Canti popolari toscani

Portada
Barbera, Bianchi e comp., 1860 - 395 páginas
 

Comentarios de usuarios - Escribir una reseña

No hemos encontrado ninguna reseña en los sitios habituales.

Páginas seleccionadas

Otras ediciones - Ver todo

Términos y frases comunes

Pasajes populares

Página 226 - 1 mio caro ben, e mai più guera. Variante toscana nel TIGRI a pag. 223: Facciam la pace, caro bene mio, Che questa guerra non può più durare. Se non la vuoi far tu, la farò io: Fra me e te non ci è guerra mortale. Fanno la pace principi e signori, Così la posson far due amatori : Fanno la pace principi e soldati, Così la posson far due innamorati : Fanno la pace principi e tenenti, Tanto la posson far du
Página 114 - Se io fossi padron delle ricchezze, Grand' oro e argento ti vorrei donare Se io fossi padrone dell' inferno, Le porte in faccia ti vorrei serrare : Se io fossi padron del purgatorio, Di quelle pene ti vorrei cavare : Se...
Página 24 - Tua madre partoriva, ed io pregavo Acciò una bella femmina facesse, E davanti al compare me n' andavo Acciò che un nome bello ti mettesse.
Página 82 - Giovanettino, mi garbate tanto ! Più che non garba il mare alla sirena. Quando che non vi vedo, piango tanto , E mi si gela il sangue in ogni vena. Quando che non vi vedo e non vi sento, Mi ricordo del nome, e mi contento. Quando che non vi vedo, e non vi trovo, Mi ricordo del nome, e mi consolo (***')• 8. Quando che vedo voi, dovente cieco, Non vedo più nessuno per la via : Non vo' più innanzi, e non ritorno addreto (2), Non bado se son solo o in compagnia.
Página 100 - O rosa delle rose, o rosa bella, * Per te non dormo nè notte nè giorno, E sempre penso alla tua faccia bella, Alle grazie che hai, faccio ritorno. Faccio ritorno alle grazie che hai : Ch' io ti lasci, amor mio, non creder mai.
Página 136 - Vorrei morire e non vorrei la morte; Vorrei veder chi mi piange più forte ; Vorrei morire e star sulle finestre; Vorrei veder chi mi cuce la veste : Vorrei morire e stare sulla scala ; Vorrei veder chi mi porta la bara; Vorrei morire e vorrei alzar la voce; Vorrei veder chi mi porta la croce.
Página 26 - Sia benedetto chi fece lo mondo: Lo seppe tanto bene accomodare. Fece lo mare, e non vi fece fondo, Fece le navi per poter passare, Fece le navi e fece il paradiso, E fece le bellezze al vostro viso.
Página 76 - Quando incontri i miei occhi, e fai un riso, E poi li abbassi, e pieghi il mento al seno, Ti prego prima a darmene un avviso, Perchè in quel mentre * io tenga il cuore a freno : Perchè in quel mentre io tenga a freno il cuore, Che mi vorrebbe uscir dal grande amore : Perchè in quel mentre io tenga il core in petto, Che mi vorrebbe uscir dal gran diletto. * 286 L' ete * un par d' occhi per entra' ! in battaglia : Altr' arme non v
Página 100 - Vengo di notte, e vengo appassionato, Vengo nell' ora del tuo bel dormire. Se ti risveglio, faccio un gran peccato, Perchè non dormo, e manco fo dormire. Se ti risveglio un gran peccato faccio: Amor non dorme, e manco dormir lascia.
Página 58 - Siete più bello il Lunedì mattina, Massimamente Martedì vegnente: Mercoledì una stella brillantina, II Giovedì uno specchio rilucente; II Venerdì un mandorlo fiorito, II Sabato più bello che non dico. S'arriva alla Domenica mattina: Mi parete figliuol d

Información bibliográfica