Opere poetiche del Signor abate Carlo Innocenzio Frugoni, fra gli Arcadi Comante Eginetico ...

Portada
Dalla Stamperia reale, 1779
 

Comentarios de usuarios - Escribir una reseña

No hemos encontrado ninguna reseña en los sitios habituales.

Páginas seleccionadas

Otras ediciones - Ver todo

Términos y frases comunes

Pasajes populares

Página cxliv - Vuo' tu venire avelie ? De Perusio, Urbe Veteri, Viterbio nec non de Civitate Castellana, propter affinitatem quam habent cum Romanis et Spoletanis, nichil tractare intendimus. Sed quamquam fere omnes Tusci in suo turpiloquio sint obtusi, nonnullos vulgaris excellentiam cognovisse sentimus, scilicet Guidonem, Lapum et unum alium, florentinos, et Cynum pistoriensem, quem nunc indigne postponimus, non indigne coacti.
Página lxxxvi - Tis hard to say if greater want of skill Appear in writing or in judging ill ; But of the two less dangerous is th' offence To tire our patience than mislead our sense : Some few in that, but numbers err in this; Ten censure wrong for one who writes amiss ; A fool might once himself alone expose ; Now one in verse makes many more in prose.
Página cxviii - ... l'Epicureo sistema vittoriosamente combattono, e distruggono da cima a fondo. Dante, che colla vasta capacità di sua mente concepì un Poema sì straordinario, e con tanto giudizio ne architettò le parti tutte, e molte ne colorì con tanta evidenza, a noi sembra il maggior Poeta, che mai sorgesse appunto per la nuova e ricchissima fonte del maraviglioso che aprì, facendola scaturire dal seno medesimo della Religion nostra , e in lei derivando tutte le vene, che dalle dottrine, dagli usi ,...
Página cxxxvi - Alemanni a' dì nostri . SONETTO BILINGUE. Vivo in acerba poena , in mesto horrore Quando te non invoco, in te non spero Purissima Maria, et in sincero Te non adoro, et in divino ardore. Et...
Página cxviii - Antichi; e se la scienza ora sotto scorza di favole, ora dilucidamente si esponesse, non mancherebbero all'Italia i suoi Lucrezj , e di leggieri la gloria di quel Poeta verrebbe oscurata dalla nostra Fisica, e dalle sottili specolazioni , che l'Epicureo sistema vittoriosamente combattono, e distruggono da cima a fondo. Dante, che colla vasta capacità di sua mente concepì un Poema sì straordinario, e con tanto giudizio ne architettò le parti tutte, e molte ne colorì con tanta evidenza, a noi...
Página lxxxv - Morte . Ne farà fede ogni lontano tempo Giudice più sincero , e ne' miei Carmi Non solo certa esterior vaghezza Di forme e di fantasmi , e certo dono Facile di cantar , ma pur fra i lumi Del difficile stil, come fra belle Adorne vesti signoril Matrona , Troverà involte quell'egregie cose, Che acconciamente trae Poeta accorto Dalle Scienze ; e dir s'udrà : Costui Vide e conobbe ancor...
Página xliv - Fiorentini assai per tempo, e lo scuoterlo sarebbe impresa temeraria. Potendosi adunque colla diversità de' dialetti stringere, e dilatare, ammorbidire, o far aspre le voci a talento, qual meraviglia se Omero, che gli usò tutti, armonioso si fu tanto, e variamente espressivo? All'Italiano Scrittore non lice servirsi de...
Página cxvi - Poetica le metafore , e le inversioni, così dev'ella dalle visibili proprietà delle moderne dottrine, e dall'influenza delle nostre opinioni sul linguaggio trarre un novello ordine d'immagini , e direi quasi una novella Mitologia filosofica , che l'antica imiti , e superi agevolmente nella similitudine del vero. La grazia però del colorito deve da...
Página cxxxvi - Maria colo ! et in te gaudio vero Vivere spero ardendo in vivo amore . In te sola Maria , in te confido , In tua materna cura respirando , Quasi columba in suo beato nido...
Página cxxv - ... l^Eroide esercita lo spirito ed il cuore egualmente, e l'uno e l'altro prepara alla grandezza tragica, da cui sembra, che rifuggano per non so quale destino le nostre Muse , che alle Francesi concedono , se non altro pel numero de...

Información bibliográfica