La mimica degli antichi investigata nel gestire napoletano

Portada
Dalla stamperia e cartiera del Fibreno, 1832 - 382 páginas
 

Comentarios de usuarios - Escribir una reseña

No hemos encontrado ninguna reseña en los sitios habituales.

Índice

Otras ediciones - Ver todo

Términos y frases comunes

Pasajes populares

Página 388 - Si permette che la suindicata opera si stampi; però non si pubblichi senza un secondo permesso, che non si darà, se prima lo stesso Regio Revisore non avrà attestato di aver riconosciuto nel confronto essere la impressione uniforme all'originale approvato.
Página 334 - Quivi fé' ben de le sue prove eccelse, ch'un alto pino al primo crollo svelse: e svelse dopo il primo altri parecchi, come fosser finocchi, ebuli o aneti; e fé' il simil di querce e d'olmi vecchi, di faggi e d'orni e d'illici e d'abeti.
Página 45 - Ter conatus ibi collo dare brachia circum, Ter frustra comprensa manus effugit imago, Par levibus ventis volucrique simillima somno.
Página 388 - Si permette che l' indicata opera si stampi ; però non si pubblichi senza un secondo permesso, che non si darà se prima lo stesso Regio Revisore non avrà attestato di aver riconosciuta nel confronto uniforme la impressione ali
Página 303 - Si vedrà, pr esempio, un Napoletano, che dopo aver indicato una persona, e messo il labbro a riso, fa il gesto del carcere, (v. Schiavo), tutto questo non sarà che una similitudine colla quale vorrà esprimere. che la persona addittata, è allegra fintamente, e superficialmente, come coloro che, essendo in carcere, sebben ridono, pure il loro riso è di semplice apparenza, ed affettatura : idea tanto ricevuta presso di noi che, ove si voglia indicare che il riso non sia sincero. ma finto, affettato,...
Página 124 - Baccanti , allusivo alla forma di toro che a Bacco si concedeva; mentre pareva al Passeri (3) di non esprimere altro quel gesto, che lo scoppio che si fa colle dita da
Página 124 - ... artefice o da altro oltraggio degli uomini e del tempo : per le quali cose sono esse state omesse nel nostro disegno. Or passando da queste dubbiezze alle più certe osservazioni , diremo come hanno già gli accademici Ercolanesi insegnato , che il gesto della sinistra mano della nostra figura è stato già in diversi altri monumenti bacchici osservato (i); per cui si accostano essi alla opinione del Gori (2) , il quale lo riputò proprio segno de...
Página xxxvi - ... finalmente ci rivolgiamo, o parti della nostra mente, qualunque voi siete. Incamminatevi pure e di buon animo fra i dotti, fra gli amatori, e fra i sensati curiosi. Se il vostro autore, animato dalla buano speranza di una qualche riuscita nella sua intrapresa, ha coraggiosamente tentato d'ingolfarsi in un oceano; perché mai il lusinghiero aspetto di un fortunato avvenire non dovrà spinger voi ad intraprendere un breve viaggio ? Via su dunque, incamminatevi pure animosi e lieti, e vi sian felici...
Página 303 - ... a essere ad evidenza stabilito, che col gestire possano e sappiano i Napoletani, esprimere qualsiasi idea, e tirare innanzi quasiasi discorso, ed addurre quindi delle Similitudini quando loro aggrada. Basterà per essi eseguire il gesto del Paragone e dell'Eguaglianza (v. Comparativo) e quindi o indicando un oggetto col gesto (v. Additare), o descrivendolo (v.
Página 279 - ... di nascondere il saluto a taluno fra gli astanti , come dicemmo, ed in questo caso non vi bisogna che la mano si avvicini al petto , o al volto , ma avrà lo stesso significato qualunque ne sia la sua posizione; lo stesso vale nel senso di Chiamare (vM il tit.

Información bibliográfica