Images de page
PDF

Proprietà letteraria

[merged small][merged small][ocr errors][merged small][merged small][merged small][graphic][merged small]
[ocr errors]

RAPPRESENTAZIONE

DI

SANT' IGNAZIO.

Riproduciamo l'antica edizione del sec. XV, intitolata:

Rappresentatione di S. Ignazio Vescovo e Martire, s, a. in-4. Le altre edizioni sono cosi registrate dal Batinis, Bi'6i. pag. 35:

Nuouamente ristampata. In Firenze l'Anno MDLVIII. In-4 di 8 e. con 5 flg.

tn Firenze appresso Giouanni Baleni l'Anno 1589. In-4 di 8 e. con 2 flg.

L'Allacci cita una ediz. di Siena, alla loggia del Papa, s, a. in-4.

La Rappresentazione è tolta dalla Leggenda aurea, alla quale avrà attinto anco V autore del Mistero francese pubbl. da Monmerijué e Michel. Th. frane, au moy. àge, pag. 265.

L' Angelo annunzia:

Pax vobis, dice il nostro Salvatore:
La pace sia con voi, cari fratelli.
Uniti, attenti e con divoto cuore
Contemplate d'Ignazio e' gran flagelli;
Piangete e lagrimate per suo amore
Voi che siete del ciel fatti ribelli:
State devoti al divino spettacolo,
Dove Dio mostrerà più d'un miracolo.

Suol l'uom tacendo, imparar a parlare:
Così vedendo, imparar a vedere:
Dipoi sapendo, cercar d'insegnare,
Voi. II. 1

Cosi insegnando, imparar a sapere,
Le sue cose tacer, le altrui lodare,
E sempre mai cercar di far piacere:
Però fermate le paterne voce,
Chè 'l silenzio ci giova, e 'l parlar nuoce.

Santo Ignazio chiama un suo discepolo e dice:

Vanne in Ierusalem, truova Maria

E questo breve in le sua man darai;

Saluta tutti lor da parte mia,

E fa' tanto di ben quanto tu sai.

Se tu trovassi Ilario per la via

Al romitorio suo ti poserai,

Ma perchè c'è un po'lungo il cammino,

Porta del pane, e un barletto di vino. El Discepolo tolte le cose dice:

Datemi, padre, la benedizione,

Ch'io son parato a far ciò che m' ài imposto;

Mi raccomando a le vostre orazione:

Pregate Dio per me che torni tosto. Santo Ignazio risponde al discepolo:

Abbi sempre Giesù per devozione;

Cosi verso di lui sta' ben disposto:

Va' poi sicuramente, e non temere. El Discepolo risponde:

Fie fatto,.Ignazio, ciò che v'è in piacere.

Va el Discepolo a la Vergine Maria e giunto a lei dice, essendo lei con San Giovanni Evangelista:

Salve, dolce Maria, pietosa e santa,
Ave, madre di Dio, di grazia piena,
Regina celi, immaculata pianta,
Oggi ti veggo posta in tanta pena
Che 'l cor nel mezzo el petto mi si schianta:
Giovanni, Marta e Maria Maddalena,
Ignazio a tutti una epistola manda,
E mille volte a voi si raccomanda.

La Vergine risponde al discepolo:

Quanto la tua venuta mi sia grata,
Sallo Colui che sa tutte le cose.

El Discepolo dice a la Vergine Maria:

Non istar, madre, tanto adolorata,

« PrécédentContinuer »