Storia del pubblico studio e delle società scientifiche e letterarie de Firenze, Volumen 1

Portada
Carli in Borgo SS. Apostoli, 1810
 

Comentarios de usuarios - Escribir una reseña

No hemos encontrado ninguna reseña en los sitios habituales.

Páginas seleccionadas

Otras ediciones - Ver todo

Términos y frases comunes

Pasajes populares

Página 241 - Nostrae constitutionis,prdinationis, limitationis, suppressions, derogationis, voluntatis infringere, vel ei ausu temerario contraire. Si quis autem hoc attentare praesumpserit, indignationem Omnipotentis Dei et Beatorum Petri et Pauli Apostolorum ejus, se noverit incursurum. Datum Romae apud S. Petrum anno incarnationis Dominicae Millesimo Octingentesimo Sexagesimo Nono, Quarto Idus Octobris Pontificatus nostri anno vigesimo quarto.
Página 267 - This book should be returned to thè Library on or before thè last date stamped bolow. A fine of flve cents a day is incurred by retaining it beyond thè specifled time.
Página 5 - Rallentata la mortalità, e assicurati alquanto i cittadini che aveano a governare il comune di Firenze , volendo attrarre gente alla nostra città, e dilatarla in fama e in onore, e dare materia...
Página 156 - Ben ve aviso, che io ve sarei così utile in Firenze quanto pochi amici voi habiate. Io ve ho dedicato el corpo e l'anima.
Página 106 - Medici huomini prudenti, amatori ed esaltatori della lor patria, messo innanzi a' providi Ufiziali dello Studio , che in quel tempo erano, che dovessin far bandire, che qualunque studioso volesse suo ingegno operare volgarmente in qualunque genere diversi nel trattare della vera amicizia, quelli fussino tenuti dal dì del trionfai bando mandato , che fu a dì d' Ottobre i44i per iusino a tutto il dì di S.
Página 55 - Ninna cosa poteva io dirgli giammai, che gli giugnesse nuova: tutto egli sapeva , tutto aveva presente . Io al contrario molte cose da lui ho udite e apprese, e in molte cose, di cui mi stava dubbioso, ei mi ha confermato col suo parere,,.
Página 56 - Entrato dunque alla scuola di sì grande e dotto Maestro con tal diligenza vi attese, che appena mai gli si toglieva dal fianco. Quindi ne venne , che oltre una vasta cognizione di moltissime cose ei ne riportò ancora egregi costumi ed ottimi ammaestramenti.
Página 8 - ... cardinali, concedettono al nostro Comune privilegio che nella città di Firenze si potesse dottorare, e maestrare in Teologia, e in tutte le facultadi delle scienze, generalmente".
Página 55 - ... uomo. Qual forza, Dio immortale, qual abbondanza aveva egli nel ragionare, e qual vastità di memoria! Ei possedeva non solo le cose che a religione appartengono, ma quelle ancora che sogliamo dir gentilesche. Aveva ognor sulle labbra Cicerone, Virgilio, Seneca, ed altri antichi scrittori; e non solo...
Página 132 - ... andò per tutta * (2) la terra ; sanza famiglio, solo, andava a braccio manco, e davavi la mano dritta, ed egli andava alla sinistra; ea questo modo vide tutta la città. E avendo udita la fama di messer Giovanni Argiropolo, volle udire una mattina allo Studio una delle sua lezioni ; e vennevi isconosciuto, al detto modo, e soddisfecegli assai la dottrina di messer Giovanni. Veduto ogni cosa dice che, dopo...

Información bibliográfica