Raccolta di tutti i più rinomati scrittori dell' istoria generale del regno di Napoli: principiando dal tempo che queste provincie hanno preso forma di regno ...

Portada
Nella stamperia di G. Gravier, 1769
 

Comentarios de usuarios - Escribir una reseña

No hemos encontrado ninguna reseña en los sitios habituales.

Otras ediciones - Ver todo

Términos y frases comunes

Pasajes populares

Página 111 - Masanello d' Amalfi Napolitano, e suoi compagni, li quali marciando verso la torre del Greco con la sua compagnia, accompagnati da molti di Portici a S. Gio: a Teduccio, per incontrare alcune compagnie, che entravano nella città, ed avendone quelle incontrate, si posero dentro la chiesa di SM di Costantinopoli in difesa, ed esso Tommaso Anello, e compagni, per aver le armi, che portavano detti soldati, fu necessario mettere fuoco alla porta della detta Chiesa, e per detto eccesso in detto luogo...
Página 118 - ... ed o arrogantemente comanda, o vilmente serve. Molti pittori fecero il suo ritratto, e ne furono formati ancora alcuni in cera molto al naturale ; ognuno ne cercava, ognuno ne voleva uno senza guardare a prezzo. Mentr...
Página 109 - ... dato caso, che non si trovasse, che sua eccellenza procuri averlo quanto prima da Spagna. Frattanto tutta la città e tutto il regno goda il detto privilegio in perpetuo. H. Item, che goda la città il perdono generale de crimine lœsœ majestatis, etiam in primo capite, quatenus si fosse incorsa, e cosi d...
Página 118 - Masanello, ed avendolo trovato, chi gli baciava la mano, chi il piede e chi il lenzuolo. Tra le donne molte vi erano, che non potendo accostarsegli, si graffiavano il capo e il viso, dolendosi della morte sua. Furono vedute di quelle che, adorandolo come santo, lo toccavano con le corone, e le medesime poi baciavano, e con esse toccavano gli occhi e la fronte; altre sparsero sopra il corpo fiori e frondi, e l
Página 149 - ... sequenti videlicet, In primis, che tutti gli officiali, ed altre persone, che li sono state incendiate le loro case in questa città dalli 7 de luglio 1647 fino ad oggi, siano disterrati dal presente regno di Napoli in perpetuo, e che mai possano ottener grazia alcuna da SM cattolica (che Dio la guardi), e che fra termine di un mese, numerando dal di della stipulazione di detti capitoli debbiano sfratare da questo presente regno, e elasso detto termine, e ritrovandosi ciascheduno di essi nella...
Página 69 - Dalli frutti, che si vendono a tumolo, come sono nocelle e castagne verdi ed infornate, noci, ghiande e cerri, grana dodeci per tumolo. Dalle olive verdi, grana dodeci per tumolo, e dalle hianche e negre conciate, carlini due per tumolo, e dall' infornate, grana ventiquattro per tumolo.
Página 126 - , si diedero alla fuga; ma « pareva alla plebe non aver fatto nulla mentre gli scolari rimanevano in piede, onde alle due ore di notte gli assalirono nelle proprie abitazioni: essi, inaspettatamente affrontati, se la colsero fuggendo chi qua, chi là, ma, incalzati dalla plebe, restarono molti maltrattati e de...
Página 111 - Item, che 1' azioni fatte dal popolo contro chi ha consultalo dette imposizioni, ed indebite gabelle,, e di chi 1' avea affiliate, estorquendo ed esigendo quelle con tanta rigurosità in avere abruciato li mobili di quelli ; loro in pena e che detti tali non possano aver giammai voto nelle cose publiche nell...
Página 151 - ... a rispetto del real convento di S. Agostino di questa fedelissima città, si debbia osservare la real carta di Sua Maestà cattolica, e decreto del spettabile reggente Casanate, interposo anco in esecuzione di quella, e li superiori, ed officiali siano figli di dette case, riserbata però la riverenza dovuta al sommo Pontefice. Per lo che tocca a noi ci è parso concedere, siccome con questa concedemo, conforme si domanda, e per lo dippiù se ne supplicherà Sua Santità. 19. Item, che sia lecito,...
Página 124 - ... carlini tre e mezzo per onza etiam in futurum. Con declarazione, che detti tre carlini e mezzo per onza, si debbiano pagare di quelle robe, che erano soggette a dette imposizioni a tempo di Carlo V ; e questo lo debbia dimostrare il Doganiere, oa chi spetta, che robe erano a quel tempo ; altrimente sia lecito al padrone di dette robe di non pagare detti carlini tre e mezzo. XI. Item che il battaglione creato dalla Cesarea Maestà di Carlo V non possa uscire in futurum fuori di questo regno di...

Información bibliográfica