Le monete attribuite alla zecca dell'antica città di Luceria: capitale della Daunia, con un cenno della remota sua origine e grandezza

Portada
Dalla Tip. Virigilio, 1846 - 27 páginas
0 Reseñas
 

Comentarios de usuarios - Escribir una reseña

No hemos encontrado ninguna reseña en los sitios habituales.

Otras ediciones - Ver todo

Pasajes populares

Página 6 - una volta sotto le acque salse, e quindi o paludose o insalubri, o pestilenti , furono le ultime accessibili ai popolatori paesani. Certamente la
Página 9 - quello stesso Re. Non è >» inverisimile, che tra gli antenati di costui si contasse un altro Lucero, e che
Página 13 - doveva anche Lucera usare di questa maniera di monetazione. Quindi le gettate monete lucerensi, non
Página 20 - a cavallo che corre a sinistra, con manto svolazzante, e colla mano destra alzata da
Página 13 - Minerva, Giove, tanto colle loro teste o busti , quanto co
Página 5 - per fermo, che Diomede non ponesse » mai piede in queste parti, ma non
Página 17 - lavoro assai squisito, con vittoria in faccia alla vela ; il sole raggiante ed
Página 7 - un aperto e fruttuoso piano, stimavano la pastorizia quanto gli odierni pugliesi.
Página 13 - usavano di questo sistema, e da essi i romani dovettero apprenderlo. E
Página 18 - a cavallo come sopra a dritta, ambi colle mani destre alzate e

Información bibliográfica